Tutto sugli splitboard (Guida definitiva)

Tutto sugli splitboard (Guida definitiva)

Lo splitboarding può aprire un nuovo mondo di possibilità per lo snowboarder medio. Se hai mai visto uno sciatore salire dritto in salita per accedere a una pista incontaminata, lo splitboarding potrebbe essere la ricetta magica che stavi cercando.

Mi chiamo Lorraine, sono un’istruttrice di snowboard certificata CASI e corro da gran parte della mia vita. Ho avuto molte avventure di splitboard lungo la strada e sono esperto in questo ramo di questo sport.

Volevo usare questa esperienza di prima mano per scrivere un post che condivide le mie conoscenze e competenze sullo splitboarding con gli snowboarder abituali. Che tu abbia familiarità con questo stile di guida o meno, questa guida ti fornirà alcune preziose informazioni.

Ho anche fatto un sacco di ricerche sullo splitboarding, comprese alcune delle domande più frequenti relative a questo sport. Dovresti trovare tutto ciò che devi sapere nelle sezioni seguenti, ma in caso contrario, non esitare a contattarci nei commenti.

È ora di andare in salita e seguirlo!

Cos’è lo splitboarding?

Lo splitboarding è una versione ibrida dello snowboard che utilizza la potenza di salita degli sci con la capacità di discesa di uno snowboard. Questo ramo dello snowboard ti consente di accedere più facilmente al terreno di backcountry.

Una splitboard si divide letteralmente in due pezzi che attacchi a ciascun piede quando vuoi salire in salita. Attacchi le pelli alla parte inferiore di ogni pezzo della tavola, il che ti dà la presa per salire in salita in modo efficace. Puoi anche usare i bastoncini da sci per aiutarti a scalare.

Una volta raggiunta la cima di un picco, o qualsiasi altra area che si desidera raggiungere, lo splitboard viene rimontato in un’unica tavola tramite alcuni morsetti. Togli le pelli, ruoti gli attacchi e sei pronto per scendere in discesa come un normale snowboard.

La storia dello splitboarding

Lo splitboarding non ha una storia così lunga come gli altri sport sulla neve, ma deve ancora molto del suo sviluppo alla storia dello snowboard. Ecco un’istantanea della sequenza temporale dello splitboarding.

  • 1965 – Lo snowboard moderno Snurfer è stato inventato nel Michigan da Sherman Poppen.
  • 1977 – Jake Burton Carpenter fonda gli snowboard Burton e crea il primo snowboard con attacchi attaccati.
  • anni ’90 – Il movimento dello snowboard inizia a prendere slancio e le località di tutto il mondo accettano i ciclisti e promuovono lo sport.
  • 7 marzo 1990 – È stata depositata la prima domanda di brevetto per splitboard.
  • aprile 1990 – Un articolo con l’immagine di uno splitboard appare sulla rivista SKATESNOWBOARD.
  • 1994 – Il primo kit splitboard era disponibile al pubblico nel kit DIY Voile Split.
  • Primi anni 2000 – Aziende come Prior, Venture e Never Summer iniziano a produrre sempre più splitboard.
  • 2010 – Il film sullo snowboard Deeper è stato rilasciato e aveva una forte attenzione allo splitboarding che ha portato nuova attenzione allo stile.
  • 2021 – Lo splitboarding continua a prendere slancio, con più rider che si spostano nel backcountry e più marchi che offrono attrezzature adatte a questa categoria di sport.

Cos’è uno snowboard splitboard?

Uno splitboard è essenzialmente uno snowboard che si divide in due pezzi. A prima vista, potrebbe sembrare una tavola normale. Ma a un esame più attento, vedrai che ci sono degli attacchi vicino alla punta e alla coda della tavola che tengono insieme i due pezzi.

La tavola ha anche attacchi speciali e altre attrezzature necessarie che le permettono di funzionare sia in salita che in discesa. Molte aziende ora vendono splitboard e ci sono anche kit splitboard fai-da-te. Puoi leggere la mia migliore raccolta di splitboard per saperne di più.

A cosa servono gli splitboard?

Lo scopo principale di una splitboard è consentire agli snowboarder di accedere al terreno di backcountry. Dividendosi in due pezzi, la tavola può funzionare come gli sci e permetterti di muoverti in salita in modo più efficiente di quanto potresti fare durante le escursioni sulla neve con gli scarponi da snowboard.

Gli splitboard possono permetterti di raggiungere terreni incontaminati e cavalcare neve fresca a cui i normali snowboarder non possono accedere facilmente. Sono un ottimo modo per sperimentare terreni più tecnici, che è un segmento in crescita di questo sport.

Anche gli splitboard sono stati un aspetto critico dei progressi dello snowboard. Mescolando sci e racchette da neve con elementi di snowboard, lo splitboarding ha ampliato gli orizzonti di ciò che è possibile su una tavola.

Come funzionano gli splitboard?

Gli splitboard hanno due funzioni principali: farti salire in salita in modo più efficace rispetto all’escursionismo e farti fare snowboard in discesa essenziale allo stesso modo di uno snowboard normale. La chiave per far accadere entrambe queste cose è che una splitboard si divide in due pezzi.

Quando è il momento di andare in salita, una splitboard si separa in due pezzi. Questo essenzialmente trasforma ogni metà della tavola in uno sci e puoi approfittarne per spingerti in salita. Le pelli sono attaccate alla parte inferiore di ogni sezione per afferrare la neve e tirare un ciclista in salita.

Gli attacchi splitboard possono ruotare sia rivolti in avanti (come gli sci) che perpendicolari alla tavola (come i normali attacchi da snowboard). I moderni attacchi splitboard hanno un sistema a puck che rende molto facile cambiare la configurazione.

Quando gli attacchi sono in modalità escursione, sono rivolti in avanti e hanno un tallone libero per darti un’esperienza da racchette da neve. Possono quindi essere ruotati e fissati alla tavola quando è il momento di scendere.

Una volta terminata la salita, i due pezzi vengono attaccati per formare un’unica tavola. Quindi assicurati che gli attacchi siano ruotati, allacciati le cinture e sei pronto per guidare come faresti di solito.

Qual è il Flex di uno splitboard?

Gli splitboard avranno quasi sempre un flex più rigido rispetto allo snowboard medio. Questa maggiore rigidità aiuta la tavola a funzionare in due pezzi per darti stabilità in salita ed entra in gioco anche in discesa.

I rider esperti di solito vogliono una tavola più rigida perché ti dà più potenza, risposta e controllo. Una tavola rigida può anche aiutare con il peso extra che comporta il trasporto di attrezzatura da backcountry aggiuntiva nello zaino.

Gli splitboard sono ancora disponibili in diverse varianti per adattarsi al tuo livello di abilità o alle tue preferenze. Se sei un rider aggressivo che vuole dominare ogni linea nel backcountry, una tavola più rigida è meglio.

Se vuoi un po’ di versatilità in più e un giro più giocoso, probabilmente è meglio uno splitboard con flex medio-rigido. Un po’ di flessibilità in più può essere utile in fresca per darti una capacità di virata più agevole. Non userei uno splitboard morbido e flessibile, anche se potessi trovarne uno.

Come ridimensionare lo splitboard (tabella delle taglie)

Scegliere lo splitboard della giusta dimensione è quasi identico alla scelta di uno snowboard normale. Dovrai prendere in considerazione altezza, peso e qualsiasi preferenza tu abbia. Anche il tuo livello di esperienza e le tue abilità entrano in gioco.

La mia regola generale è quella di scegliere una tavola che si alza da qualche parte tra il mento e il naso quando tu e la tavola siete a terra. Se sei un pilota esperto, vai con il naso. Se sei meno esperto, vai al mento.

Ecco una tabella rapida che ti aiuta a scegliere una lunghezza dello snowboard in base al tuo peso corporeo. Puoi anche utilizzare il nostro calcolatore delle dimensioni dello snowboard per ottenere una stima più accurata.

Immagine per gentile concessione di REI

Questa è una linea guida generale e non una risposta esatta per ottenere la giusta dimensione di splitboard. Devi anche considerare la larghezza e la forma della tua tavola. Queste considerazioni riflettono ancora una volta qualsiasi preferenza e la tua capacità di guida.

Le tavole più larghe vanno bene per la neve fresca perché ti danno più superficie, che si traduce in galleggiamento. Le schede più strette possono essere un po’ più veloci. Potresti anche volere uno splitboard più ampio se hai i piedi davvero grandi.

Come creare uno splitboard da soli

Anche se ci sono molte fantastiche opzioni di splitboard tra cui scegliere, puoi anche crearne una tua. Questo può essere un divertente progetto fai-da-te o un buon modo per riutilizzare una vecchia tavola o una che non usi molto spesso.

Realizzare la tua splitboard è relativamente semplice, a patto che tu abbia una conoscenza di base degli utensili elettrici e il coraggio di segare uno snowboard a metà. Tieni presente che se non ti senti a tuo agio con una sega elettrica, probabilmente dovresti acquistare invece una splitboard.

Il Voile Split Kit è la strada da percorrere quando vuoi affrontare questo progetto. Viene fornito con tutto l’hardware importante e necessario per svolgere correttamente il lavoro. Hai anche bisogno di una sega circolare e uno snowboard che vuoi dividere a metà.

Se desideri istruzioni approfondite, dai un’occhiata a questa guida pratica della rivista Snowboarder. E se vuoi vedere il kit Voile Split in azione, guarda questo video.

Suggerimenti per lo splitboard

Nelle sezioni seguenti, troverai alcuni suggerimenti rapidi relativi allo splitboarding. Assicurati di controllare i link o di lasciare una riga nei commenti se vuoi saperne di più su un’area in particolare.

Come iniziare con lo splitboarding?

Iniziare con lo splitboarding è piuttosto semplice. Tutto quello che devi fare è procurarti una splitboard e delle pelli e andare in salita. Consiglio vivamente di andare con piloti che hanno anche esperienza.

È anche una buona idea provare lo splitboarding al resort prima di addentrarti nel backcountry. La maggior parte dei resort ti consente di allenarti in salita durante il normale orario di apertura e questo ti consentirà di avere un’idea di tutto prima di iniziare a esplorare terreni più impegnativi.

Sono sicuro che potrebbero esserci lezioni disponibili, ma non conosco istruttori specifici specializzati in splitboarding. Puoi sempre chiamare un resort e vedere se questa è una possibilità. Fare amicizia con altri splitboarder è il modo migliore per andare, secondo me.

Dai un’occhiata a questa guida per principianti allo splitboarding di Burton per alcune altre buone informazioni. Questo video contiene anche alcuni buoni consigli e suggerimenti per iniziare.

Come passare su uno splitboard?

Passare dall’escursionismo all’equitazione su uno splitboard è un’abilità a sé stante. Potresti essere uno snowboarder molto esperto, ma trasformarti in un principiante completo se non hai mai avuto a che fare con tutte le parti mobili coinvolte qui.

I due consigli più importanti che posso dire qui sono di mantenere la tua attrezzatura ben organizzata e di praticare le tue transizioni prima ancora di uscire nel backcountry. Questo ti aiuterà a essere molto più efficiente quando sei stanco, freddo e sudato dopo una lunga salita.

Vale anche la pena tenere a mente alcuni consigli generali sullo snowboard durante la transizione. Allacciati sempre con le lamine perpendicolari al pendio in discesa e rimuovi sempre gli attacchi dalla neve prima di infilarci gli scarponi.

Ecco un buon post con alcune informazioni aggiuntive relative alle transizioni.

Come camminare con il tuo splitboard?

Camminare con la tua splitboard, noto anche come skinning, può essere facile e intuitivo per alcuni ciclisti e piuttosto impegnativo per altri. Se hai esperienza con gli sci, probabilmente lo imparerai in men che non si dica, ma potrebbe volerci un po’ di pratica se non lo fai.

Una volta che hai le pelli attaccate e i piedi negli attacchi, è ora di iniziare a salire. Alzi un piede (e la metà della tavola a cui è attaccato), lo fai scorrere in avanti, trascini l’altro piede verso l’alto e ripeti dall’altro lato.

Anche l’uso dei bastoncini per bilanciare e spingere può rivelarsi molto utile. Dai un’occhiata a questi suggerimenti per un aiuto extra a camminare con la tua splitboard.

Come evitare che i perni dello splitboard si allentino?

Mi piace sempre controllare i miei pin prima di avventurarmi nel backcountry per assicurarmi che siano stretti e pronti per l’azione. Ciò ti consente di affrontare eventuali problemi prima che appaiano nel comfort di casa tua anziché nel bel mezzo di una bufera di neve.

In genere i perni hanno una vite o un dado esagonale che li tiene in posizione. Dovresti sempre avere con te gli strumenti adeguati quando guidi, in modo da poter apportare queste modifiche quando sei sul campo.

Se un perno sembra allentato, potrebbe essere necessario ripararlo o procurarsi una nuova vite. Questo non accade molto spesso, ma se non riesci a stringerlo nonostante i tuoi migliori sforzi, è probabilmente il momento di portarlo in negozio.

Cosa fare quando gli splitboard si staccano durante la guida?

Sfortunatamente, a volte una splitboard può rompersi durante la guida. Per evitare che ciò accada, assicurati sempre di avere la tavola impostata per la discesa con tutti i morsetti, i ganci e i perni in posizione.

Se noti che la tua tavola si sta sfaldando o inizia a allentarsi, prova a prendere rapidamente il controllo e fermati il ​​prima possibile. Trova un luogo sicuro dove puoi togliere la tavola e provare a risolvere il problema.

In genere, dovrai solo apportare alcune modifiche e tornerai sulla tua strada. Se un componente hardware critico è rotto o difettoso, potresti dover fare un’escursione o persino sciare giù per la montagna.

Come entrare in tournée splitboard?

Il mio miglior consiglio su questo è quello di fare amicizia con altri ciclisti che già fanno touring splitboard. Se puoi uscire per il tuo primo viaggio con motociclisti che hanno esperienza, puoi imparare tutto ciò che devi sapere e ottenere aiuto lungo la strada.

Devi anche istruirti sui pericoli dello snowboard in backcountry e su come affrontare una situazione di emergenza. Un po’ di preparazione può fare molto nel peggiore dei casi e vuoi avere gli strumenti con te per assicurarti che tu e i tuoi amici siate al sicuro.

A parte questo, si tratta di andare avanti e spingere i propri limiti. Il tour in splitboard può essere impegnativo, ma le ricompense della neve fresca e dell’assenza di linee di risalita sono molto allettanti.

Acquistare uno splitboard

Ecco alcuni suggerimenti e trucchi per aiutarti a trovare e acquistare un buon splitboard.

Quali aziende producono splitboard?

Ci sono molte aziende di snowboard più famose che offrono splitboard oltre ai loro modelli normali. Ci sono anche alcune aziende specializzate in splitboard in particolare. Ci sono più opzioni disponibili oggi che mai.

Jones rende attualmente disponibili alcuni dei miei splitboard preferiti. Hanno opzioni ad alte prestazioni costruite per i ciclisti più esperti. Arbor ha anche una vasta gamma di splitboard.

Ecco un elenco completo di tutti i marchi principali e secondari con almeno uno splitboard in vendita. Inoltre, ricorda che il kit DIY Voile Splitboard può trasformare qualsiasi tavola in una splitboard se vuoi essere pratico.

Qual è il momento migliore per acquistare un nuovo splitboard?

Non c’è tempo come il presente, giusto? Se vuoi ottenere una splitboard in tempo per la prossima stagione invernale, tieni d’occhio eventuali saldi o nuove uscite di uno dei marchi sopra menzionati.

Puoi trovare una buona tavola in qualsiasi periodo dell’anno, ma spesso ci sono sconti migliori verso la fine della stagione o durante i mesi estivi. Di solito, puoi ottenere una tavola della stagione precedente a un prezzo inferiore, anche quando è nuova di zecca.

Se aspetti fino all’inizio della stagione per ottenere un nuovo splitboard, potresti finire per pagare di più perché c’è un aumento della domanda, che mantiene i prezzi alti. Puoi ancora ottenere una nuova tavola eccellente; potresti finire per pagare di più per questo.

Leggi anche: Il momento migliore per acquistare uno snowboard (e perché)

Devo comprare uno splitboard usato o uno nuovo?

Dipende da quanto pensi di essere uno splitboarder serio. Se non hai mai provato questo stile di riding prima, probabilmente è un’idea migliore per ottenere una tavola usata, nel caso in cui finisci per non piacerti così tanto.

Se sei uno splitboarder esperto e ami andare spesso nel backcountry, acquistare una nuova tavola ti darà la possibilità di sfruttare le ultime innovazioni e tecnologie disponibili sui modelli attuali.

Il costo è un’altra preoccupazione che sorge quando si acquista uno splitboard nuovo o usato. Una tavola usata sarà quasi sempre più economica di una nuova. Vuoi solo assicurarti di trovare una tavola usata in buone condizioni.

Dove acquistare splitboard al miglior prezzo?

Se vuoi acquistare una splitboard al miglior prezzo, può ripagare fare un po’ di shopping. Fai il check-in con il tuo negozio di noleggio locale o negozio di snowboard verso la fine della stagione e potrebbero essere in grado di farti trovare un buon affare.

Per le schede usate, Craigslist è anche una buona opzione. Se cerchi tabelloni suddivisi nella regione in cui vivi o stai visitando, puoi ottenere un tabellone più economico e spesso contrattare il prezzo lungo la strada.

Anche i rivenditori online come Evo e Backcountry sono buone risorse. Questi siti ti offriranno una vasta selezione e di tanto in tanto hanno anche delle vendite.

Leggi anche: 4 posti migliori per acquistare snowboard usati

Dove posso noleggiare una splitboard?

Non tutti i negozi di noleggio trasportano splitboard, quindi ti consigliamo di chiamare in anticipo per assicurarti che il resort o la città che stai visitando li abbia. Se visiti una località turistica più grande o un centro abitato, le tue possibilità di trovare una splitboard da affittare saranno maggiori.

Un altro modo in cui potresti essere in grado di utilizzare una splitboard se non riesci a trovare un noleggio è prendere in prestito l’attrezzatura di un amico. Di solito puoi usare i tuoi normali scarponi da snowboard con una configurazione splitboard, quindi devi solo prendere in prestito la tavola con gli attacchi.

Leggi anche: noleggio snowboard vs acquisto di snowboard (pro e contro)

Attacchi splitboard

Gli attacchi splitboard sono un altro aspetto essenziale di questo stile di guida e hai bisogno di un equipaggiamento speciale che ti permetta di andare in salita e di nuovo in discesa. Le sezioni seguenti ti aiuteranno a conoscere questi collegamenti.

Cosa sono gli attacchi splitboard?

Gli attacchi splitboard sono attacchi speciali progettati specificamente per l’uso con gli splitboard. Possono ruotare per consentirti di posizionarli in un modo che ti dia capacità di arrampicata in salita. Il tallone si allenta anche in modalità escursione per aiutarti a salire.

Gli attacchi splitboard sembrano normali attacchi da snowboard ma sono realizzati con materiali più leggeri che li aiutano a funzionare meglio nel backcountry quando ogni grammo conta. Se vuoi dividere, avrai bisogno di un solido set di attacchi.

Dai un’occhiata a questo articolo per un’eccellente ripartizione degli attacchi splitboard.

Come funzionano gli attacchi splitboard?

A prima vista, gli attacchi splitboard sembrano e funzionano proprio come i normali attacchi da snowboard. Hanno una piastra di base, uno spoiler e delle cinghie che mantengono i tuoi piedi in posizione sulla tavola e ti consentono di ottenere un buon trasferimento di potenza e una buona risposta quando guidi in discesa.

La differenza è che gli attacchi splitboard possono ruotare e cambiare quando la tavola viene divisa per darti la possibilità di arrampicarti. Gli attacchi gireranno di 180 gradi e anche il tallone si allenta. Funzionano quasi come attacchi da sci di fondo in modalità arrampicata.

Ecco un video che spiega molto sullo splitboard e spiega in dettaglio come funzionano gli attacchi.

Come montare gli attacchi splitboard?

Montare i tuoi attacchi splitboard non è estremamente complicato, ma può essere un po’ confuso se non hai mai svolto l’attività prima. È anche importante sapere che ogni marca di attacchi ha una configurazione leggermente diversa.

Il miglior consiglio per montare gli attacchi splitboard verrà dal produttore di quegli attacchi. Assicurati di ricevere le istruzioni e il manuale dall’azienda che produce i tuoi attacchi.

Ecco un video che mostra come montare gli attacchi per splitboard Karakoram. Ecco un video che mostra come montare dischi e attacchi Voile.

Come impostare l’angolo di appoggio dello splitboard degli attacchi?

L’impostazione dell’angolo di posizione degli attacchi splitboard è simile all’impostazione dell’angolo su uno snowboard normale. Dovrai regolare le cose in base allo stile di guida che fai e alle eventuali preferenze che hai in base al tuo livello di abilità o al tipo di corpo.

Gli angoli sono facili da regolare con l’hardware incluso che ricevi quando acquisti un set di attacchi (o ciò che viene incluso nella tua tavola). Di solito, tutto ciò che devi fare è allentare alcune viti o staffe e sarai pronto.

Come cambiare gli attacchi splitboard?

Cambiare gli attacchi splitboard dalla modalità salita alla modalità corsa è piuttosto semplice. Sebbene ogni modello sia leggermente diverso l’uno dall’altro, le basi sono essenzialmente le stesse.

Tutto ciò che fai è allentare i perni, ruotare gli attacchi nel modo in cui desideri che siano orientati, fissare i perni e quindi iniziare a scalare o cavalcare.

Ecco un buon video che mostra come avviene il processo con gli attacchi Voile e Spark. Altri modelli saranno simili.

Skin per splitboard

Le skin sono un altro elemento critico nel puzzle dello splitboarding. Ti permettono di arrampicarti e senza di loro farai fatica a salire.

Cosa sono le skin splitboard?

Le pelli splitboard sono pezzi di tessuto che si attaccano al fondo di ciascuna metà della tavola. Sono fatti di un materiale che scivola in una direzione mentre afferra la neve nell’altra direzione. Questo ti permette di salire in salita in modo efficace.

Le pelli sono essenziali per lo splitboarding perché non riuscirai mai ad arrivare molto in salita senza di esse. Questi sono lo stesso tipo di materiale utilizzato sugli sci e sono stati utilizzati dai ciclisti di backcountry per decenni.

In che modo le pelli splitboard sono diverse dalle pelli da sci?

Le pelli per splitboard e sci sono essenzialmente dello stesso materiale, ma la loro forma e il loro design sono diversi. Vuoi assicurarti di acquistare skin per uno splitboard in modo che il processo di installazione sia più gestibile.

La differenza principale è la forma e la lunghezza. Le pelli splitboard sono generalmente più corte delle pelli da sci perché gli snowboard sono più corti degli sci. Di solito tagli le pelli per adattarle esattamente alla tua tavola, quindi puoi usare le pelli da sci se sei in difficoltà.

Se vuoi saperne di più sulle skin splitboard e su come si differenziano dalle skin da sci, dai un’occhiata a questo articolo informativo.

Come applicare le skin a uno splitboard?

Le pelli sono attaccate a uno splitboard usando anelli sulle punte, clip sulle code e talvolta colla. Questo processo di installazione mantiene efficacemente le pelli in posizione durante la salita senza che si allentino. Li rende anche facili da togliere quando è il momento di guidare.

Dovresti esercitarti ad applicare le pelli prima di partire per il backcountry, in modo da sapere come svolgere il lavoro in modo efficiente. Ottenere consigli da un pilota esperto è anche una buona idea se non l’hai mai fatto prima.

Skin diverse si attaccano in modi diversi, ma il processo di applicazione è solitamente abbastanza simile. Dai un’occhiata a questo post per informazioni approfondite e video per darti un’idea migliore.

Quanto dovrebbero essere lunghe le skin splitboard?

Le tue pelli dovrebbero di solito essere la lunghezza della tua splitboard. Non vuoi che siano troppo lunghi perché possono intralciarti durante le escursioni e rallentarti. Inoltre, non vuoi che siano troppo corti perché perderai trazione in salita.

La maggior parte delle pelli sono vendute in una lunghezza pretagliata che puoi abbinare alle dimensioni della splitboard che stai guidando. Di solito, questi sono disponibili in una dimensione piccola, media e grande che copre una gamma di dimensioni. Assicurati solo di ottenere una taglia che copra la lunghezza della tua tavola.

Puoi anche tagliare le pelli per adattarle abbastanza facilmente. Non vuoi tagliarli troppo corti perché non puoi incollarli di nuovo insieme.

Come tagliare le pelli splitboard?

Devi tagliare le tue pelli splitboard in modo che corrispondano alla larghezza di ogni pezzo della tavola. Vuoi che la larghezza copra la base di ogni pezzo senza essere troppo larga e coprendo i bordi. Se copri gli spigoli con le pelli, perderai aderenza e controllo in salita.

Mi piace usare una lama di rasoio, un coltello multiuso o un coltello Exacto per tagliare le pelli di splitboard. Questi strumenti sono molto affilati e taglieranno il materiale della pelle molto meglio delle forbici. Ti danno anche un taglio molto più preciso.

Alcune skin, come le skin Voile, sono dotate di uno strumento di rifinitura unico che rende il lavoro davvero semplice. Ecco un video che mostra come tagliare questo tipo di pelle.

Come asciugare le pelli di splitboard?

L’asciugatura delle pelli dello splitboard è un aspetto importante della manutenzione ordinaria. Se rimangono bagnati, possono usurarsi rapidamente e perdere le loro effettive caratteristiche prestazionali. Proprio come altre attrezzature da snowboard, vuoi mantenere le cose asciutte quando non le usi.

Appendere le pelli in un’area pulita e asciutta è il modo più semplice per farle asciugare. Può essere all’interno o all’esterno, ma assicurati che l’area sia priva di polvere e altri detriti che possono causare danni. Uno stendibiancheria funziona abbastanza bene.

Come conservare le pelli di foca per splitboard?

Conservare correttamente le pelli è un altro aspetto fondamentale per mantenerle funzionanti correttamente per più stagioni. Asciugarli è un primo passo fondamentale. Dopodiché, prova a riporli nella stessa confezione in cui sono arrivati. Conservali in un luogo fresco, in modo che la colla non si riscaldi.

Ecco un video che mostra alcune tecniche corrette di conservazione della pelle. Questo esempio riguarda le pelli da sci, ma lo stesso consiglio si applica alle pelli splitboard.

Cosa sono i ramponi splitboard?

I ramponi splitboard sono accessori che si adattano alla tua tavola per darti una presa extra e mordere la neve dura e il ghiaccio. Proprio come i ramponi che si adattano agli scarponi da neve, sono fatti di metallo leggero ma resistente e hanno denti appuntiti che scavano nella neve.

I ramponi sono un bel pezzo di equipaggiamento extra da avere nel caso ne avessi bisogno. Quando il gioco si fa duro, questi articoli possono essere utilizzati senza aggiungere molto peso allo zaino.

FAQ

Ecco alcune risposte rapide ad alcune domande frequenti sullo splitboarding.

Hai bisogno di imparare a sciare prima di usare una splitboard?

Non proprio. Anche se può essere d’aiuto avere un po’ di esperienza sugli sci, la tua tavola sarà divisa in due pezzi solo quando sei in salita. A questo proposito, lo splitboard è più simile alle racchette da neve che allo sci.

Quanto sono diversi gli splitboard per uomini e donne?

Non c’è una grande differenza tra gli splitboard da uomo e da donna. Potresti riscontrare differenze di dimensioni e leggere variazioni nella costruzione o nel design. Ma una donna potrebbe facilmente usare lo splitboard di un uomo e viceversa.

Quali sono i fori in uno splitboard?

I fori in una splitboard servono per tenere attaccati i due pezzi della tavola in modo da poterla guidare in discesa o per montare e regolare gli attacchi. I fori vicino alla punta e alla coda della tavola collegano i pezzi e i fori centrali sono per le rilegature.

Che tipo di plastica viene utilizzata per lo splitboard? dischi?

I dischi da splitboard sono generalmente realizzati in plastica ABS o policarbonato. Si tratta di plastiche molto resistenti e durevoli che possono resistere bene in caso di uso continuato e tempo freddo. Alcuni dischi utilizzano una miscela di plastica e metalli leggeri come l’alluminio.

Quante corse in un giorno durante lo splitboarding nei Tetons?

Questo dipende dalle tue capacità e dal tuo livello di forma fisica, nonché dalle condizioni della neve e del tempo. In una giornata davvero buona, potresti essere in grado di intrufolarti in quattro piste di splitboarding nei Tetons. Se il tempo è terribile e non sei in forma, potresti fare solo una corsa.

Di quale hardware ho bisogno per lo splitboarding?

Per salire efficacemente in salita, avrai bisogno di uno splitboard con dischi e attacchi specifici per splitboard o attacchi che funzionino con il tuo sistema di dischi. Avrai anche bisogno di pelli per aderire alla neve in salita, e i bastoncini da sci sono belli da avere, anche se puoi farcela senza di loro.

Come fare snowboard in backcountry senza splitboard?

Lo snowboard backcountry senza splitboard è più che possibile. Potrebbe volerci un po’ più di tempo per salire. Senza uno splitboard, fai un’escursione in salita e porti la tua tavola o la leghi alla schiena o allo zaino.

Pensieri finali

Lo splitboarding è un ramo dello snowboard estremamente divertente e gratificante. Se hai voglia di esplorare il backcountry, lo splitboarding può darti accesso a linee incontaminate di neve fresca, lontano dalla folla che troverai nel resort.

Devi procurarti l’attrezzatura adeguata per lo splitboard in modo efficace e devi anche tenere a mente la sicurezza ogni volta che ti avventuri nel backcountry. Non andare mai in splitboard da solo e porta sempre con te l’attrezzatura di sicurezza contro le valanghe.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *